Lasciatevi ferire dai Bluagata. “La Ferita a Crezia” è da ascoltare e riascoltare

“La Ferita a Crezia” è un pezzo energico, coinvolgente, ti fa vivere a pieno lo stato d’animo della sua storia creando empatia con la protagonista fin dal principio grazie alla totale affinità tra il testo e la musica che lo accompagna.

Si vive la sensazione dell’esser stati abbandonati ma non si vuole per questo lasciar spazio e tempo, o per lo meno molto poco, alla disperazione ed al leccarsi la ferita, ma bensì sposare il desiderio di reazione consapevoli che il rimorso non sarà affar nostro, bensì di chi ha scelto di andarsene. “Speri che qualcuno si preoccupi se non ci sei più. Te ne sei andato senza un perché”. Ed ecco il ritmo coinvolgente e tambureggiante e l’energica chitarra ci fanno rialzare e camminare a testa alta in mezzo alla gente, in mezzo al mondo che non ha idea della ferita che ci portiamo dentro e continua il suo frenetico ed assurdo tram tram. Ma noi siamo più forti della ferita (anche se il tempo difficilmente l’asciugherá) e di chi ce l’ha causata: “Cercherai la felicità che non servirà a scaldarti l’anima. Solo il rimpianto ti seguirà”.

È un pezzo che ti si cuce addosso, ad ognuno di noi, perché i Bluagata sono stati bravissimi a raccontare le varie sfumature di emozioni che si provano quando la fiducia riposta in una persona viene a mancare. Tutto il pezzo è una sinusoide regolare di queste sensazioni che ritornano e ci trascinano: tristezza, rabbia, reazione, sfinimento, di nuovo tristezza, coraggio, sfrontatezza, ecco ancora la rabbia, la voglia di rinfacciare il nostro valore, di dire a tutti costi che non saremo noi a rimetterci, e di nuovo la tristezza. E ritornano e ritornano, come un’onda costante di un mare che calmo (forse) non sarà mai.

È un brano che ascolti e riascolti perché ti prende, ti “schiaffeggia” e ti scuote quando ne hai bisogno. È un brano dove ti puoi rappresentare e che ti puoi godere grazie all’alchimia azzeccatissima dei suoi elementi.

…Giamba

Guarda ora il video de “La Ferita a Crezia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: